Due capolavori del giovanissimo Michelangelo: in nuce il futuro dell’arte

I capolavori giovanili di Michelangelo: la Madonna della Scala e la Battaglia dei Centauri

di Federico Giannini e Ilaria Baratta, Finestre sull’Arte, 20-10-2020

Michelangelo, Madonna della Scala (1490 circa; marmo, 56,7 x 40,1 cm; Firenze, Casa Buonarroti, inv. 190)

La Madonna della Scala e la Battaglia dei Centauri sono i capolavori del Michelangelo adolescente, realizzati quando l’artista aveva appena 15 anni o poco più. Ma già da questi lavori emerge la personalità di un genio indipendente.

Leggi tutto “Due capolavori del giovanissimo Michelangelo: in nuce il futuro dell’arte”

La tecnica dello spolvero nei dipinti antichi

La tecnica dello spolvero: in che modo i grandi del Rinascimento eseguivano i dipinti

da Finestre sull’arte 30-9-2020

Dettaglio del disegno del Crocifisso di Giotto

La diffusione della carta, a partire dagli anni Sessanta e Settanta del XIII secolo, è stata una delle più importanti innovazioni della storia dell’arte: fino ad allora, infatti, il disegno preparatorio di un’opera pittorica veniva tracciato in maniera diretta sul supporto. Così si faceva in epoca bizantina, quando il disegno era tracciato sull’intonaco, a mano libera o con l’aiuto di strumenti (occorreva aver maturato un’esperienza tale da non commettere sbagli, dal momento che la correzione di eventuali errori era decisamente complicata), e così si faceva anche nell’ambito della pittura medievale prima che la carta diventasse materiale comune. Diverse analisi condotte, ad esempio, sulle croci dipinte, hanno riscontrato questo tipo di tecnica: prendiamo come esempio la croce di Rosano, opera del XII secolo (probabilmente dipinta attorno al 1120), che è stata di recente sottoposta a indagini riflettografiche volte a stabilire cosa si celi sotto il dipinto. Leggi tutto “La tecnica dello spolvero nei dipinti antichi”

Giovedì 8 ottobre prova generale video conferenze

Insieme per imparare a partecipare alle videoconferenze

Salve care fans e cari appassionati di arte
il momento della verità si sta avvicinando. Come preannunciato, giovedì 8 alle 17 faremo una prova generale per capire come funziona la piattaforma Zoom (la piattaforma è l’hardware, cioè il “meccanismo”, sul quale sarà eseguita la nostra attività).
Chi fosse interessato alla prova, che sarà gratuita, non deve far altro che mandarmi una mail e riceverà una risposta con un invito.

Leggi tutto “Giovedì 8 ottobre prova generale video conferenze”

Genialità di Longhi su Velazquez

Roberto Longhi: scherzo manzoniano, divinare Velázquez

di Federico De Melis, Alias, 30-8-2020

Diego Velázquez,

Diego Velázquez, “La rissa all’Ambasciata di Spagna”, 1630 ca, Roma, Galleria Pallavicini

Nel 1950 Roberto Longhi destina a una sede privilegiata, il primo numero di «Paragone Arte», lo scritto con l’attribuzione a Diego Velázquez di un piccolo dipinto conservato a Roma, nella collezione dell’‘Aurora’, in palazzo Pallavicini-Rospigliosi. Titola l’opera, vedremo perché, La rissa all’Ambasciata di Spagna. Poche pagine prima, a seguire l’editoriale della rivista da lui fondata, splendono le Proposte per una critica d’arte, in cui Longhi accoglie «l’impegno assunto da Manzoni nel 1822: “Io faccio quel che posso per penetrarmi nello spirito del tempo che debbo descrivere, per vivere in esso”». Leggi tutto “Genialità di Longhi su Velazquez”

“Alta a coprire tutti i popoli toscani”: la cupola del Brunelleschi a Firenze

La Cupola di Brunelleschi che ha stupito il mondo: storia del capolavoro rinascimentale

La Cupola di Brunelleschi nel panorama di Firenze

Il 7 agosto del 1420 cominciava la costruzione della Cupola del Duomo di Santa Maria del Fiore a Firenze, lo straordinario capolavoro di Filippo Brunelleschi. Ecco la storia di questa struttura incredibile e che ha stupito il mondo.

Comincia con una colazione a base di pane, melone e vino, il 7 agosto del 1420, la storia di uno dei più grandi capolavori della storia dell’umanità: la Cupola del Duomo di Santa Maria del Fiore a Firenze, capolavoro di Filippo Brunelleschi (Firenze, 1377 – 1446), il padre del Rinascimento in architettura.

Leggi tutto ““Alta a coprire tutti i popoli toscani”: la cupola del Brunelleschi a Firenze”

Con Maurizio Calvesi scompare un grande pezzo di storia critica e impegno culturale

La poliedrica ricerca di Maurizio Calvesi

ADDII. Scompare all’età di 92 anni lo storico dell’arte e illuminato studioso di Caravaggio che ha percorso il Novecento da critico e militante

di Caterina Volpi, il manifesto, 25-7-2020

Maurizio Calvesi

Ieri mattina ci ha lasciato Maurizio Calvesi, uno degli storici dell’arte e dei critici più autorevoli del Novecento italiano, intellettuale e umanista, pensatore profondo, dall’intelligenza adamantina, capace di penetrare e di leggere l’arte cogliendone e restituendone le complessità con l’unione di doti straordinarie e talvolta contraddittorie quali l’acume e l’intuito, la sensibilità e la lucidità.

Leggi tutto “Con Maurizio Calvesi scompare un grande pezzo di storia critica e impegno culturale”

Per avvicinarsi a Roberto Longhi, ingombrante figura della storia dell’arte italiana

Longhi 1941, artisti tedeschi quanto siete italiani

Marco M. Mascolo e Francesco Torchiani, “Roberto Longhi. Percorsi tra le due guerre”, Officina Libraria. Vengono ricostruiti i termini della celebre conferenza in cui Roberto Longhi, nel pieno del regime, rigettò i dati di razza nelle lettura di “Arte tedesca e arte italiana”

Claudio Gulli , Alias, 12-4-2020

Albrecht Dürer, “Sant’Eustachio”, dall’Altare Paumgartner, Monaco, Alte Pinakothek

Leggi tutto “Per avvicinarsi a Roberto Longhi, ingombrante figura della storia dell’arte italiana”