Programma delle conferenze online di novembre

Conferenze online: Picasso e Raffaello

Il nuovo ciclo delle conferenze online del giovedì

Ecco il nuovo programma con le conferenze. Termina il ciclo dedicato a Picasso e se ne inaugura uno nuovo che avrà come protagonista uno dei giganti della pittura di tutti i tempi: Raffaello, al quale è stata dedicata una straordinaria mostra nel cinquecentesimo anniversario della sua morte.
Un pittore che sembra facile e immediato, e proprio in questo sta il suo segreto: aver reso naturali ed evidenti, almeno all’occhio, concetti filosofici e religiosi complessi.
E proprio qui sta il “mistero di un pittore senza mistero”, apparentemente facile e ovvio, ma che per ottenere questa facilità ha percorso le più complesse vie dell’arte.Un pittore arcinoto, dunque, ma anche tutto da scoprire.

Puoi scaricare il programma cliccando il link sottostante

Videoconferenze Luca Mozzati novembre 2020 Raffaello

E’ uscito il programma delle conferenze online

Programma conferenze online ottobre 2020

La figura di Picasso, la sua immensa produzione, il suo linguaggio assolutamente unico e incredibilmente vario, l’inarrivabile vitalismo delle sue opere rappresentano un tema di un fascino realmente senza confini, cui ritornare costantemente alla scoperta di nuovi e potenti suggestioni estetiche ed emotive.

La travolgente creatività di Picasso ha attraversato tutta la vicenda artistica novecentesca con la potenza di una irresistibile forza d’urto, con la dirompente capacità di chi scelse la trasformazione della realtà al posto che la sua rappresentazione, utilizzando spregiudicatamente i più raffinati strumenti della tradizione pittorica occidentale e le folgoranti sintesi dell’arte africana che si andava scoprendo proprio in quegli anni nei suoi inediti valori formali.

Nel 1907, con le Demoiselles d’Avignon, inaugurò il cubismo, cancellando con un gesto di suprema e spregiudicata sicurezza secoli di tradizione pittorica. Dopo questo quadro nulla sarebbe più stato come prima. Da quel momento in avanti rimase per decenni l’artista di riferimento europeo e addirittura americano, mantenendo uno stile e un linguaggio autonomi e di spiccata individualità rispetto alle mode del tempo, a volte spregiudicatamente e deliberatamente spiazzando il mondo artistico e la sterminata platea dei suoi ammiratori

Puoi scaricare il programma cliccando il link qui sotto

Videoconferenze Luca Mozzati Picasso

Giovedì 8 ottobre prova generale video conferenze

Insieme per imparare a partecipare alle videoconferenze

Salve care fans e cari appassionati di arte
il momento della verità si sta avvicinando. Come preannunciato, giovedì 8 alle 17 faremo una prova generale per capire come funziona la piattaforma Zoom (la piattaforma è l’hardware, cioè il “meccanismo”, sul quale sarà eseguita la nostra attività).
Chi fosse interessato alla prova, che sarà gratuita, non deve far altro che mandarmi una mail e riceverà una risposta con un invito.

Leggi tutto “Giovedì 8 ottobre prova generale video conferenze”

Complessità e molteplicità di Picasso

Picasso, ribellione allucinatoria con i tableaux magiques

A Parigi, Musée Picasso, “Picasso. Tableaux magiques”, a cura di Émilie Bouvard, Marilyn McCully, Michael Reaburn. Fine anni venti: Picasso dipinge 152 «quadri magici», dove riscopre l’arte “nègre” per radicalizzare lo scontro dialettico con la realtà. Come insegna Carl Einstein…

In Picasso l’arte africana non fu soltanto un repertorio di suggerimenti formali e operativi, ma anche, e più, la chiave per liberare il quadro dalla sua secolare dipendenza dalla realtà, così da imporlo in totale autonomia, organismo autoconcluso, oggetto. Niente di più lontano dall’idea di mimesi, del feticcio nègre, concepito come interfaccia del Divino e dunque strutturato secondo principî – plastici – che lo alienano dal mondo fenomenico. Leggi tutto “Complessità e molteplicità di Picasso”