I signori della moda occupano il museo

Firenze, Palazzo Vecchio regalato a D&G: chiuso 13 giorni con concessione gratuita

di Federico Giannini, 4-9-2020

La passerella per la sfilata nel Salone dei Cinquecento

Succede a Firenze: il Comune chiude il museo di Palazzo Vecchio per tredici giorni per consentire a Dolce e Gabbana di realizzare la loro sfilata-evento. Il tutto dietro concessione gratuita, sconto del 50% sulla tassa di suolo pubblico e altri “benefits”. Leggi tutto “I signori della moda occupano il museo”

Uno sguardo su Milano come “documento ottico”

Creatività come morale, una Milano in stile Cesare Colombo

Una mostra al Castello Sforzesco. Pragmatismo, impegno civico e un costante esercizio di antiretorica: è la Milano piena di pudore e dai colori smorzati «di» Cesare Colombo, il fotografo e animatore culturale cui il Castello Sforzesco dedica una retrospettiva, a cura di Silvia Paoli

di Giuseppe Frangi, Alias, 26-7-2020

Cesare Colombo,  “Gli ultimi fattorini”, via Montenapoleone, 1957, Milano, Civico Archivio Fotografico © Cesare Colombo

Cesare Colombo, “Gli ultimi fattorini”, via Montenapoleone, 1957, Milano, Civico Archivio Fotografico © Cesare Colombo

Una Milano piena di pudore, dall’aria nebbiosa e dai colori smorzati. Una Milano dove le persone non hanno tempo né testa per mettersi in posa, ma camminano rapide su quei selciati perennemente umidi. Comincia così la bella mostra che il Castello Sforzesco ha voluto dedicare a Cesare Colombo, fotografo e testimone devoto e puntuale di un’altra Milano possibile.

Leggi tutto “Uno sguardo su Milano come “documento ottico””

Con Maurizio Calvesi scompare un grande pezzo di storia critica e impegno culturale

La poliedrica ricerca di Maurizio Calvesi

ADDII. Scompare all’età di 92 anni lo storico dell’arte e illuminato studioso di Caravaggio che ha percorso il Novecento da critico e militante

di Caterina Volpi, il manifesto, 25-7-2020

Maurizio Calvesi

Ieri mattina ci ha lasciato Maurizio Calvesi, uno degli storici dell’arte e dei critici più autorevoli del Novecento italiano, intellettuale e umanista, pensatore profondo, dall’intelligenza adamantina, capace di penetrare e di leggere l’arte cogliendone e restituendone le complessità con l’unione di doti straordinarie e talvolta contraddittorie quali l’acume e l’intuito, la sensibilità e la lucidità.

Leggi tutto “Con Maurizio Calvesi scompare un grande pezzo di storia critica e impegno culturale”

La pazzia ferrarese tornata a nuova luce coi restauri

La Fenice Schifanoia: torna in luce il genio di Francesco del Cossa e di Ercole de’ Roberti nel palazzo di Borso d’Este

di Giovanni Sassu, Finestre sull’arte, 23-6-2020

Palazzo Schifanoia, Salone dei Mesi: veduta delle pareti nord ed est, con la nuova illuminazione progettata dallo Studio Pasetti Lightining. Ph. Credit Henrik Blomqvist

Il Salone dei Mesi di Palazzo Schifanoia a Ferrara è uno dei massimi capolavori della pittura rinascimentale. E adesso risorge in nuova luce

È una storia di ascese folgoranti e di cadute rovinose quella di Palazzo Schifanoia. Nel corso della sua storia, infatti, l’antica delizia estense ha subito ferite di ogni genere causate da usi “civili” impropri non meno che da catastrofi naturali. Questa azione combinata ha determinato amputazioni, occultamenti e fragilità strutturali che ne hanno spesso messo in discussione l’esistenza stessa. Leggi tutto “La pazzia ferrarese tornata a nuova luce coi restauri”

Iconoclastia contemporanea

Bristol (Regno Unito), manifestanti abbattono monumento di un mercante di schiavi del ‘600

da Finestre sull’arte, 7-6-2020

Bristol (Regno Unito), manifestanti abbattono monumento di un mercante di schiavi del '600

Bristol (Regno Unito), manifestanti abbattono monumento di un mercante di schiavi del ‘600

La protesta del movimento Black Lives Matter investe anche i monumenti: è accaduto a Bristol, nel Regno Unito, dove una manifestazione di protesta per la morte di George Floyd, l’uomo di 48 anni ucciso durante un fermo di polizia lo scorso 25 maggio in Minnesota (Stati Uniti), si è conclusa con l’abbattimento di un monumento in bronzo dedicato a Edward Colston (1636 – 1721), mercante e commerciante di schiavi africani che, tra il 1672 e il 1689, si stima abbia fatto arrivare in America più di 80mila uomini, donne e bambini africani, 19mila dei quali si pensa siano morti durante il viaggio. Leggi tutto “Iconoclastia contemporanea”

Spregevole antisemitismo e falso storico

Diventa un caso internazionale il quadro antisemita di un pittore italiano: “inaccettabile odio antiebraico”

È diventato un caso internazionale il quadro realizzato dal pittore contemporaneo italiano Giovanni Gasparro che ha per soggetto il martirio di Simonino da Trento, una sorta di fake news del Quattrocento: la vicenda, uno dei casi più eclatanti di antisemitismo del XV secolo, racconta di un bambino, Simonino da Trento, che scompariva dalla sua abitazione la sera del 23 marzo 1475 e veniva ritrovato morto tre giorni dopo, vicino alla casa di una famiglia di ebrei. Le autorità e la popolazione di Trento, fomentate dal principe-vescovo Johannes Hinderbach, accusarono del presunto omicidio la comunità ebraica, che avrebbe rapito e ucciso Simonino per compiere un omicidio rituale. Leggi tutto “Spregevole antisemitismo e falso storico”

Un ritrovamento emozionante

La scoperta di un Donatello estremo

Di Gianluca Amato, Alias, 29-3-2020

Donatello, Crocifisso della Compagnia di Sant’Agostino a Legnaia, Firenze

L’accrescersi delle conoscenze sul nostro patrimonio artistico può essere favorito da nuove ricerche, dal ripensamento critico di consolidate posizioni storiografiche e dalla scoperta di opere ignote o dimenticate o ancora trasfigurate nel corso dei secoli da menomazioni inflitte dall’intervento umano. Leggi tutto “Un ritrovamento emozionante”

Una mostra su Ulisse a Forlì

Ulisse a Forlì: una mostra ricca che vale ritorni ripetuti

di Giuseppe Adani, Finestre sull’arte, 21-2-2020

 

Arte romana, Ulisse (I sec. d.C.; marmo, 39 x 47 cm; Sperlonga, Museo Archeologico Nazionale)

Nulla sarebbe ricordato e nulla poi sarebbe stato cantato, ma in un lontano giorno “bello di fati e di sventure baciò la sua petrosa Itaca, Ulisse”. Di lì si estese l’immenso mito dell’uomo della “metis”, dell’infinitudine della macchinazione mentale, dell’intricarsi e dello sfuggire a mortali e spiriti, dell’avidità della conoscenza con esperienze inaudite, e infine dell’ardore di un approdo a un letto prodigioso che nessun altro re possedeva.

Ulisse è lo sconvolgimento di ogni pensiero ed è l’anelito all’appagamento. Leggi tutto “Una mostra su Ulisse a Forlì”

Direttori dei musei al servizio delle mostre

In prestito alle Scuderie un Raffaello degli Uffizi: si dimette il comitato scientifico delle Gallerie

di Laura Montanari, Emergenza cultura, Repubblica, 25-2-2020

Risultato immagini per raffaello leone x

Il direttore Schmidt: “La mostra a Roma non poteva fare a meno del Leone X”. Il dipinto è stato restaurato con un finanziamento di Lottomatica dall’Opificio delle Pietre dure

Gli Uffizi concedono in prestito il Leone X di Raffaello alle Scuderie del Quirinale a Roma in vista della mostra che si aprirà il prossimo 5 marzo e scoppia la polemica. Si dimette in blocco il comitato scientifico degli Uffizi. In una lettera inviata al Ministero dell’università e al Comune di Firenze, cioè gli enti che li hanno nominati, Donata Levi, Tomaso Montanari, Fabrizio Moretti e Claudio Pizzorusso, spiegano di aver lavorato per mesi alla compilazione della lista delle opere d’arte considerate come inamovibili dal museo fiorentino: 23 in tutto, lista approvata dallo stesso direttore Eike Schmidt. E invece ecco di Leone X va in prestito.

Leggi tutto “Direttori dei musei al servizio delle mostre”

Vediamo come ti calzi: dagli dei ai divi

Dai legionari romani a Charlton Heston

Calzature antiche a Palazzo Pitti, Firenze. Statue, rilievi, vasi dipinti sul tema «calceologia», con i reperti dal fortino di Vindolanda: la mostra Ai piedi degli dei

Pelike con Eros che allaccia il sandalo a una fanciulla, 425-420 a.C., Trieste, Civico Museo d’Antichità

A Socrate che gli chiedeva cosa fosse per lui la scienza (epistéme) il giovane Teeteto, nell’omonimo dialogo platonico, rispose che non solo la geometria o l’aritmetica lo erano, ma anche tutti i saperi artigianali. E fra questi citò per primo quello del calzolaio.

Leggi tutto “Vediamo come ti calzi: dagli dei ai divi”